Cultura per la ricerca

Nel 1947 Carlo Barassi, ingegnere della Pirelli insieme a Renato Teani, del settore finanziario Pirelli, Pio Reggiani e Aldo Bai, fondarono l’azienda Ar-flex ('arredamenti flessibili') poi arflex, i quali insieme ad un giovane architetto Marco Zanuso, iniziarono a sperimentare l’uso della gommapiuma e dei nastri elastici per l’arredamento.
Nella storia e nella vita di un'azienda ci sono vicende e momenti di speciale significato, che costituiscono titoli di merito riconosciuti da tutti. I primi fatti memorabili dell'arflex coincidono con la sua nascita, in un piccolo stabilimento di Corso di Porta Vittoria a Milano. Lì si costituì il primo nucleo organizzativo di produzione e vendita, ma il primo incontro con il pubblico avvenne in occasione della IX Triennale di Milano nel 1951 dopo due anni di sperimentazioni. È proprio questo primo affacciarsi alla ribalta di un ambito di avanguardia strettamente culturale che è da tener presente nel percorrere la storia dell'azienda, perché questo interesse sperimentale, se non disgiunto da fini commerciali, denuncia la volontà di creare prodotti di alto livello tecnologico ed estetico, sulle basi di una approfondita ricerca e sperimentazione. La Medaglia d'Oro della IX Triennale, assegnata alla poltrona Lady, ha premiato prima di tutto questo aspetto della produzione arflex.

 
Fiat topolino
 

L'attenzione di arflex è costantemente diretta alla sperimentazione culturale, riuscendo a imporre prodotti nuovi, tecnologici, all'epoca del tutto inconsueti: come quattro delle opere di Marco Zanuso poltrona Lady (del 1951, Medaglia d'Oro alla IX Triennale), divano Sleep-o-matic (anch’ esso del 1951 Medaglia d'Oro alla X Triennale), poltrona Martingala (del1952), poltrona Fourline (del 1964, Medaglia d'Oro alla XIII Triennale); la poltrona Fiorenza (Franco Albini, 1952), la sedia Lucania (De Carlo 1954), la poltrona Delfino (Carboni primi esperimenti di animal-design), la poltrona Cubo di Castiglioni, realizzata nel 1957 in occasione della mostra a Como “Colori e forme della casa d’oggi”, realizzata come prototipo e mai messa in produzione.
Le sedie Elettra e Neptunia (1953 e '54) dello studio BBPR o la seduta Hall (Menghi, 1958) e i primi mobili direzionali di Roberto Menghi 1961, consentono di allargare la produzione ai mobili per ufficio o per ambienti pubblici oltre che a quelli per la casa.


 

Fra il 1951 e il 1954 su progetto di Carlo Barassi, arflex mise in produzione alcuni modelli di sedili per auto (MilleMiglia e Sedile Lettino adattabili per Fiat Topolino). Si sostituivano ai normali sedili di serie e si caratterizzavano per una notevole comodità, grazie all'impiego della gomma piuma e dei nastri elastici. Le fodere erano asportabili e gli schienali ribaltabili. arflex diede il suo contributo di confort agli italiani che cominciavano a viaggiare.

Elettra
Sleep-o-matic
Delfino
 

Fra il 1955 e il 1960 inizia la sua diffusione sui mercati esteri con la creazione di società consociate per la fabbricazione e la vendita, Benelux, Francia, Svizzera e Spagna.
La rosa dei designer collaboratori si amplia negli anni, includendo componenti diverse del design italiano e progettisti delle nuove generazioni: basti citare Carlo Bartoli, Maurizio Calzavara, Joe Colombo, Sergio Mazza fino a Cini Boeri.

Molto innovativi, sul piano tecnologico quanto su quello formale, sono i prodotti a partire dalla metà degli anni '60: Gaia (Bartoli, 1965) è una poltroncina in resine poliesteri e fibra di vetro; Bobo (Boeri, 1967) è la prima seduta monoblocco in schiuma poliuretanica, priva di struttura interna; Serpentone (Boeri, 1971) è un divano rivoluzionario in poliuretano che assume forme serpeggianti per una lunghezza praticamente illimitata. Subito a seguire gli Strips (Boeri 1972 Compasso d'Oro nel 1979) interpreti perfetti di un nuovo modo di essere svincolati ormai del tutto dalle tradizionali 'etichette', vissuti come un atteggiamento liberatorio, da trattare come sacchi a pelo in cui infilarsi, o morbide giacche a vento da indossare.

Mentre si allarga la collaborazione con architetti e designers, arflex verso la fine degli anni '60 da vita ad altre consociate (arflex Japan risale al 1969, arflex du Brasil 1970) una specie di arflex-look, che si verificherà qualche anno più tardi in tutto il mondo. Nel 1969 viene costruito un nuovo stabilimento a Limbiate e si rinnovano gli show-room, da quello di Roma a quello storico in Via Borgogna a Milano.

Nel 1966 arflex insieme a Cassina, Tecno e Bernini fondano la rivista Ottagono, la quale divenne negli anni una delle principali riviste di architettura.
Negli anni '80 arflex sotto una nuova proprietà continua a mantenere il suo impegno di collaborazione con architetti, da Luca Meda, Michele De Lucchi, Anna Castelli Ferrieri, Paolo Nava a Fabrizio Ballardini (divano Ribalta 1993 premiato a Colonia premio Top Ten), ad architetti stranieri come: Oscar Tusquets, Burkhard Vogtherr, Isao Hosoe.

Nel 1995 il marchio viene ceduto alla seven salotti spa la quale riapre lo show-room in Corso Europa a Milano (curato da Pierluigi Cerri 2001) e rimette in produzione una serie di prodotti dell'archivio storico non per una semplice riedizione, ma per la linea ancora modernissima, la funzionalità, la loro sorprendente attualità e la loro unicità.
Serpentone
 
 
 

Dal 2005 l’architetto Carlo Colombo riveste l’importante ruolo di direttore artistico di arflex.
Come primo passo riprogetta l’interno dello showroom di Milano dando una nuova idea di interior e design.
Nel 2006 disegna la poltrona Cocca che esprime la sintesi tra hard/soft: da una parte la robusta scocca in plastica ricavata da un unico stampo, sinonimo di modernità e resistenza, progettata per sfidare il tempo, dall’altra parte il senso di comfort, accoglienza e relax.

Nel 2007 arflex festeggia i 60anni del marchio e presenta in Via Savona, in una mostra, il suo archivio storico rendendolo visibile per la prima volta al pubblico. Nello stesso anno vince due premi molto importanti il “Wallpaper jaguar”, per le librerie Twist disegnate dall’architetto Carlo Colombo e per il miglior pezzo rieditato disegnato da Mario Marenco.

Dal 2008 collaborazione con gli architetti Svedesi Claesson Koivisto Rune che progettano nel 2010 la libreria Hillside, la quale si aggiudica il Wallpaper Design Awards.
Sempre nello stesso anno arflex presenta per la prima volta la collezione Cloud per outdoor disegnata da Carlo Colombo.
Questo progetto porta ad arflex il premio EDIDA "Elle Decor International Design Awards" 2010/2011.

Nel 2013 Claesson Koivisto Rune realizzano la poltrona Hug che diventa da subito un prodotto di successo nella collettività e nell’ambiente domestico. La famiglia Hug è stata progettata con estrema cura per dare la massima flessibilità al cliente ad essere bella dal punto di vista estetico, un pezzo personalizzabile nei colori e nei materiali.

2014: arflex invita alla scoperta del nuovo progetto disegnato e coordinato da Jean Nouvel: KNP. È l’interrogazione sull’archetipo del divano, la reinterpretazione delle tecniche di oggi, per proporre un altro modo di abitare, di posarsi, di amarsi, di arrotolarsi, di separarsi : fabbricarsi “un nido”....
Nello stesso anno inizia una nuova collaborazione con l’architetto Luca Nichetto, con il quale sviluppa una serie di progetti che contribuiscono alla creazione dello stile del vivere gli spazi domestici, tipica del design italiano. Il sistema di sedute Ladle si propone di riattualizzare in chiave contemporanea il design, ma soprattutto il feeling ed il comfort delle classiche sedute degli anni ’60.

Nel 2015 Claesson Koivisto Rune presentano un progetto di sedute Mangold ispirato all’arte e alle geometrie dell’architettura per creare un numero infinito di composizioni.
Le poltrone Jules&Jim nate sempre dalla stessa matita, sono due poltrone semplici con un alto comfort di seduta. La loro forma “rotonda” le rende facili da ambientare in un contesto architettonico.
arflex inizia la collaborazione con architetto Spagnolo Mario Ruiz con cui realizza la famiglia delle sedute Bliss adatte sia per ambiente domestico che contract per la versatilità delle sue gambe.

2016: arflex arricchisce la sua collezione con pezzi significativi dell'archivio storico, arrivando a quattordici icone del design italiano, progettate dagli architetti Cini Boeri, Franco Albini, BBPR, Marcello Cuneo, Mario Marenco, Erberto Carboni e Roberto Menghi.
Presenta la nuova collezione di sedute Bonsai, disegnata da Claesson Koivisto Rune, ispirata dalla riflessione sull’estetica e sulla cultura giapponese. In forte contrasto, sono le piattaforme lineari, realizzate in legno, che lo supportano e le gambe in legno, che sollevano queste forme tonde ed imbottite dal pavimento.

La collaborazione con lo studio Bernhardt&Vella porta alla realizzazione per la prima volta nella storia di arflex della lampada Papillon e del paravento Vela dove due vetri colorati con forme diverse, ma complementari, creano un gioco di trasparenze.

Musei

MoMa di New York ( Gaia, Lady )

Collezione permanente The Chicago Athenaeum ( Dune )

Triennale di Milano ( Fiorenza, Martingala, Strips, Delfino, Boborelax, Lady, Antropus, Bicia )

Triennale di Tokyo museo permanente ( Lady, Fiorenza )

Museo dell'arredo contemporaneo di Ravenna ( Lady, Martingala, Fiorenza, Antropus, Tripoltrona, T-line, Felix, Privè, O-line, Triennale, Strips, Bicia )

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.

Chiudi

INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIE

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati e su come gestirli.

I cookie sono brevi frammenti di testo (lettere e/o numeri) che permettono al server web di memorizzare sul client (il browser) informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Tecnologie similari, come, ad esempio, web beacon, GIF trasparenti e tutte le forme di storage locale introdotte con HTML5, sono utilizzabili per raccogliere informazioni sul comportamento dell'utente e sull'utilizzo dei servizi.
Nel seguito faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".


TIPOLOGIE DI COOKIE

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:

COOKIE DI TERZE PARTI


Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da "terze parti" è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.


Google Analytics

Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. ("Google"). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).

Google Analytics utilizza i "cookie" per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l'indirizzo IP dell'utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per i gestori del sito riguardanti le attività sul sito web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l'indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l'identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Per ulteriori informazioni, si rinvia a questo link: https://www.google.it/policies/privacy/partners/

L'utente può disabilitare in modo selettivo l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l'azione di Google Analytics, si rinvia a questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout


Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.


Gestione dei cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.

Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie.

La disabilitazione dei cookie "terze parti" non pregiudica in alcun modo la navigabilità.

L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie "proprietari" e per quelli di "terze parti".

A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni ->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

Chiudi

Informativa resa ai sensi dell´art. 13 del d.lgs. n. 196/03 - Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi web di seven salotti spa, accessibili per via telematica dai siti: www.arflex.it -www.arflex.com, www.sevensalotti.it e tutti i sotto domini (
di seguito denominati ‘ Siti ‘ )

1. Tipi di dati trattati

Dati di navigazione
Le procedure software e sistemi informatici preposti al funzionamento dei siti acquisiscono, nel loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell´uso dei protocolli di comunicazione in Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.

In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono ai Siti, gli indirizzi in notazione URI ,delle risorse richieste, l´orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all´ambiente informatico dell´utente.

Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull´uso dei Siti e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l´elaborazione.

I dati potrebbero essere utilizzati per l´accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni dei Siti.

L´invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questi Siti comporta la successiva acquisizione dell´indirizzo del mittente, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella comunicazione.

2. Finalità del trattamento dei dati

I dati personali dell´Utente raccolti da seven salotti spa saranno comunicati alla rete vendita nonché a soggetti che collaborino in attività commerciali di seven salotti spa per la presentazione dei prodotti, della rete di vendita, invio di comunicazioni informative e promozionali, anche di natura commerciale, newsletter, di materiale pubblicitario e/o offerte di beni e di servizi, a mezzo posta, internet, telefono, e-mail, SMS, MMS.

All´interno di seven salotti spa potranno venire a conoscenza dei dati personali dell´Utente gli organi societari, il personale aziendale, il Responsabile e gli incaricati del trattamento dei dati personali.

I dati personali dell´Utente potranno essere comunicati a eventuali soggetti qualificati che forniscano a seven salotti spa prestazioni o servizi strumentali alle finalità sopra indicate compresi i soggetti e le società che gestiscono e/o partecipano alla gestione e/o alla manutenzione dei siti internet e degli strumenti elettronici utilizzati , banche, imprese e società assicuratrici, fornitori e subappaltatori, che forniscono a seven salotti spa prestazioni o servizi strumentali all´invio delle newsletter, di comunicazioni informative e promozionali, anche di natura commerciale, all´elaborazione di
ricerche statistiche e di mercato, all´organizzazione e allo svolgimento di eventi e manifestazioni, anche di natura promozionale, ad aspetti legali, tributari, previdenziali, contabili, organizzativi; qualsiasi altro soggetto cui i dati dovranno essere comunicati in base ad un´espressa disposizione di legge.

L’Utente che decide di condividere alcuni contenuti del sito tramite i social network, i suoi dati potranno essere visibili da altri utenti del social network.

I dati personali potranno essere trasferiti all´estero, in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente, anche in Paesi non appartenenti all´Unione Europea.

3. Diffusione dei dati

I dati personali dell´Utente non saranno comunicati, né diffusi ad altri soggetti oltre a quelli elencati nella presente informativa.

4. Condivisione dati tramite social network

L’Utente che decidere di condividere contenuti tramite social network ( Youtube, Printerest, Twitter, Facebook e altri) i siti potrebbero accedere a informazioni del suo account se ha attivato condivisione dei dati del suo account con applicazioni di terze parti. La condivisione di dati può essere disattivata con applicazione di terze parti accedendo alle impostazioni del suo account.

5. Diritti dell´interessato

l´Utente potrà esercitare i diritti previsti dall´art. 7 del D. Lgs. 30 Giugno 2003, n. 196

1. L´interessato ha diritto di ottenere la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L´interessato ha diritto di ottenere l´indicazione:

a) dell´origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell´articolo 5 com 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L´interessato ha diritto di ottenere:

a) l´aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l´integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l´attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L´interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

6. I Titolari e il Responsabile del trattamento

Titolare del trattamento è seven salotti spa con sede legale in Giussano Via Pizzo Scalino 1. Responsabile del trattamento dei dati personali per conto di seven salotti spa è il responsabile della privacy, domiciliato, per l´incarico ricoperto, presso la sede della seven salotti spa. Qualsiasi richiesta relativa ai dati personali trattati potrà essere rivolta al medesimo scrivendo all´indirizzo di posta elettronica privacy@arflex.it